VENDITA CUCCIOLI DI GATTO

I negozi di Animal House Milano sono specializzati anche nella vendita di cuccioli di gatto di ogni razza. Fra i gattini in vendita troviamo più frequentemente persiani, british, scottish, exotic e tutti i piccoli gattini delle razze più richieste.

 Quando si cercano dei gattini in vendita a Milano...

Come per i cuccioli di cane anche per i gatti vengono richiesti i gatti nani, ma attenzione sfatiamo il mito: non esistono in natura gatti nani come i cani. Le dimensioni dei gatti sono soltanto quelle previste dagli standard di razza. Il nanismo eventualmente qualora si presenti, costituisce un problema cosí come per noi umani.

In ogni caso ogni cliente viene seguito con consigli e nozioni che consentano il migliore inserimento del gattino nella nuova casa, inoltre può acquistare presso lo shop accessori e pappa e utilizzare i servizi di pensione e toelettatura.

Ogni cucciolo di gatto è consegnato con microcip, almeno una vaccinazione, sverminatura e garanzia con una visita gratuita.

Per avere informazioni aggiuntive sui cuccioli  di cane in vendita a milano telefonare ai nostri punti vendita, oppure per rimanere sempre aggiornati seguici su instagram e su facebook.

Cuccioli di Maine Coon

Il Maine Coon è una delle più antiche razze naturali del Nord America, tanto da essere considerato generalmente come nativo dello Stato del Maine, di cui è il gatto ufficiale. Il suo nome deriva dal Maine, lo Stato della Nuova Inghilterra in cui veniva avvistato, e da raccoon, orsetto lavatore in inglese, per via della sua coda molto simile a quella di un procione.

Molteplici sono le leggende che circondano l'origine di questo particolare gatto. La più diffusa all'inizio del secolo narrava che per le orecchie grandi e pelose e provviste di ciuffi e la coda grossa e inanellata, il Maine Coon fosse il risultato di un incrocio tra una lince e un orsetto lavatore.[1] L'ipotesi, ovviamente assurda, ha comunque contribuito ad alimentare le numerose storie che si tramandano su questa razza. C'è anche chi a tutti i costi ha voluto conferire un'aura regale a questo gatto "rustico", facendolo addirittura discendere da sei gatti d'Angora che la regina Maria Antonietta, durante la rivoluzione francese, avrebbe messo in salvo inviandoli a Wiscasset, nello Stato americano del Maine. Le origini del Maine Coon hanno creato così tantissime leggende e congetture, nessuna delle quali può essere provata. La teoria più probabile, anche se la meno pittoresca, indicherebbe il Maine Coon come il risultato di un incrocio tra gatti a pelo corto e gatti a pelo lungo d'oltremare. Secondo alcuni il Maine Coon avrebbe antenati tra i gatti nordici, i progenitori del gatto delle foreste norvegesi, arrivati in America del Nord nell'anno mille in seguito agli sbarchi dei vichinghi sulle isole di Terranova e nell'odierna Nuova Inghilterra (Vinland); in effetti, il gatto selvatico (Felis silvestris) in Nordamerica non è presente. Secondo altri, invece, l'origine del Maine Coon risalirebbe al periodo della colonizzazione, quando le navi dei coloni provenienti da tutto il mondo attraccavano sulle coste americane del nord-est, portando al seguito dei gatti per far strage di topi.

Main Coon femmine di due mesi e mezzo, prima vaccinazione, microchip in Via Adige

Cuccioli di British

I British Shorthair sono una razza dal carattere molto particolare tra i gatti. Hanno un carattere stabile che li rende molto adatti come gatti indoor-only, cioè per la vita d'appartamento. Questi sono infatti i tipici gatti da interno a pelo corto. Non esigono molte attenzioni, perciò anche se il proprietario dovesse assentarsi per qualche ora questo tipo di gatto non soffrirà di solitudine, poiché ha una tendenza molto spiccata a giocare, anche da solo. I British Shorthair, nonostante la propensione al gioco, non sono iperattivi, sono molto tranquilli e possono anche dormire molte ore al giorno, preferendo stare vicino ai loro proprietari, piuttosto che su di essi. Potrebbero supervisionare le attività di famiglia da un trespolo comodo o forse dal pavimento.

I British Shorthair sono gatti molto adatti per la gente che lavora, in quanto non hanno problemi nell'oziare semplicemente in giro per casa mentre il loro proprietario è fuori. Questi gatti non hanno stimoli distruttivi e generalmente non hanno bisogno di altri animali di compagnia, anche se non hanno problemi nel convivere con un altro British Shorthair o un altro gatto con temperamento simile.

-Colore:  blu - Sesso: Maschi e Femmine - Pelo: corto - Longevità: 16 anni

Cuccioli di Scottish Straight

Lo Scottish Fold è una varietà di gatto originaria della Scozia. Il manto, che richiede frequenti cure, può essere di un'ampissima varietà di colori anche se i più comuni sono grigi (tecnicamente si dice "blu" per il grigio scuro e "lilac" per quello più chiaro). Questa tipologia di gatto si caratterizza per avere le orecchie piegate in avanti (fold in inglese). La piega delle orecchie è causata da una patologia genetica denominata osteocondrodisplasia. La trasmissione è autosomica dominante. La piegatura delle orecchie si inizia a intravedere quando i cuccioli si avvicinano alla terza settimana di vita.

Ha carattere socievole e giocoso anche in età adulta e viene spesso consigliato per i bambini. Si affeziona al suo umano al punto da seguirlo sempre e ama dormire insieme a lui. Si lega profondamente a ogni singolo componente della famiglia con cui si mostra sempre docile, buono e gentile.

Abile cacciatore, resiste bene alle basse temperature ed è adatto alla vita in appartamento ma soffre la solitudine per molte ore. Gioca con piccoli oggetti e gli piace moltissimo nascondere i suoi giocattoli preferiti in posti segreti.

COLORE:  Bicolor   • SESSO: maschi e Femmine • PELO: lungo  • LONGEVITA': 16 anni

Cuccioli di Scottish Straight

Lo Scottish Fold è una varietà di gatto originaria della Scozia. Il manto, che richiede frequenti cure, può essere di un'ampissima varietà di colori anche se i più comuni sono grigi (tecnicamente si dice "blu" per il grigio scuro e "lilac" per quello più chiaro). Questa tipologia di gatto si caratterizza per avere le orecchie piegate in avanti (fold in inglese). La piega delle orecchie è causata da una patologia genetica denominata osteocondrodisplasia. La trasmissione è autosomica dominante. La piegatura delle orecchie si inizia a intravedere quando i cuccioli si avvicinano alla terza settimana di vita.

Ha carattere socievole e giocoso anche in età adulta e viene spesso consigliato per i bambini. Si affeziona al suo umano al punto da seguirlo sempre e ama dormire insieme a lui. Si lega profondamente a ogni singolo componente della famiglia con cui si mostra sempre docile, buono e gentile.

Abile cacciatore, resiste bene alle basse temperature ed è adatto alla vita in appartamento ma soffre la solitudine per molte ore. Gioca con piccoli oggetti e gli piace moltissimo nascondere i suoi giocattoli preferiti in posti segreti.

COLORE:  Bicolor   • SESSO: maschi e Femmine • PELO: lungo  • LONGEVITA': 16 anni

Cuccioli di Persiano

Il gatto persiano è un gatto domestico, originario dell'Asia Minore. I primi esemplari furono portati in Europa nel 1626 da Pietro Della Valle. Alla razza fu dato il nome di gatto d'angora o, stranamente, di gatto francese. Quando poi, successivamente, dall'Iran venne importata una varietà di gatti più piccoli e tarchiati e col pelo lungo, venne creata la razza persiana.

Quando nel 1871 fu organizzata la prima grande esposizione felina, dall'inglese Harrison Weir, il Persiano ricevette più riconoscimenti e da allora iniziarono i primi progetti di selezione.

Questo tipo di gatto – ora esclusivamente d'appartamento – era molto apprezzato nell'età vittoriana: si sa che la Regina Vittoria ne possedeva bellissimi esemplari di colore blu.

Molti sono gli allevamenti di questa specie. Il lungo e fluente pelo è il suo fascino e la sua bellezza, la colorazione del manto consta di circa duecento combinazioni di colori: fra le più diffuse, quelle a colori solidi (bianco, crema, nero, blu, cioccolato, lilla e rosso), e, per il tipo tortie, tonalità a squama di tartaruga di colore nero o blu-crema, ma anche cioccolato o lilla.

La Fédération Internationale Féline (FIFE) ha diviso in 3 gruppi il gatto persiano, scegliendo per ogni gruppo una ripartizione di colore: il persiano bicolore con due terzi di colore solido e un terzo di bianco; il persiano arlecchino ha cinque sesti di mantello bianco mentre il colore copre un sesto della superficie; il persiano van con chiazze di colore solo sulla testa e sulla coda.

COLORE:  Bicolor bianco e crema   • SESSO: maschi e Femmine • PELO: lungo  • LONGEVITA': 16 anni

Cuccioli di Persiano

Il gatto persiano è un gatto domestico, originario dell'Asia Minore. I primi esemplari furono portati in Europa nel 1626 da Pietro Della Valle. Alla razza fu dato il nome di gatto d'angora o, stranamente, di gatto francese. Quando poi, successivamente, dall'Iran venne importata una varietà di gatti più piccoli e tarchiati e col pelo lungo, venne creata la razza persiana.

Quando nel 1871 fu organizzata la prima grande esposizione felina, dall'inglese Harrison Weir, il Persiano ricevette più riconoscimenti e da allora iniziarono i primi progetti di selezione.

Questo tipo di gatto – ora esclusivamente d'appartamento – era molto apprezzato nell'età vittoriana: si sa che la Regina Vittoria ne possedeva bellissimi esemplari di colore blu.

Molti sono gli allevamenti di questa specie. Il lungo e fluente pelo è il suo fascino e la sua bellezza, la colorazione del manto consta di circa duecento combinazioni di colori: fra le più diffuse, quelle a colori solidi (bianco, crema, nero, blu, cioccolato, lilla e rosso), e, per il tipo tortie, tonalità a squama di tartaruga di colore nero o blu-crema, ma anche cioccolato o lilla.

La Fédération Internationale Féline (FIFE) ha diviso in 3 gruppi il gatto persiano, scegliendo per ogni gruppo una ripartizione di colore: il persiano bicolore con due terzi di colore solido e un terzo di bianco; il persiano arlecchino ha cinque sesti di mantello bianco mentre il colore copre un sesto della superficie; il persiano van con chiazze di colore solo sulla testa e sulla coda.

COLORE:  Blu   • SESSO: maschi e Femmine • PELO: lungo  • LONGEVITA': 16 anni

Cuccioli di Persiano

Il gatto persiano è un gatto domestico, originario dell'Asia Minore. I primi esemplari furono portati in Europa nel 1626 da Pietro Della Valle. Alla razza fu dato il nome di gatto d'angora o, stranamente, di gatto francese. Quando poi, successivamente, dall'Iran venne importata una varietà di gatti più piccoli e tarchiati e col pelo lungo, venne creata la razza persiana.

Quando nel 1871 fu organizzata la prima grande esposizione felina, dall'inglese Harrison Weir, il Persiano ricevette più riconoscimenti e da allora iniziarono i primi progetti di selezione.

Questo tipo di gatto – ora esclusivamente d'appartamento – era molto apprezzato nell'età vittoriana: si sa che la Regina Vittoria ne possedeva bellissimi esemplari di colore blu.

Molti sono gli allevamenti di questa specie. Il lungo e fluente pelo è il suo fascino e la sua bellezza, la colorazione del manto consta di circa duecento combinazioni di colori: fra le più diffuse, quelle a colori solidi (bianco, crema, nero, blu, cioccolato, lilla e rosso), e, per il tipo tortie, tonalità a squama di tartaruga di colore nero o blu-crema, ma anche cioccolato o lilla.

La Fédération Internationale Féline (FIFE) ha diviso in 3 gruppi il gatto persiano, scegliendo per ogni gruppo una ripartizione di colore: il persiano bicolore con due terzi di colore solido e un terzo di bianco; il persiano arlecchino ha cinque sesti di mantello bianco mentre il colore copre un sesto della superficie; il persiano van con chiazze di colore solo sulla testa e sulla coda.

COLORE: color point  • SESSO: maschi e Femmine • PELO: lungo  • LONGEVITA': 16 anni

AHM-3rg-GYsuFV-ANI01.gif
  • White Facebook Icon
  • AnimalHouseMilano Youtube
  • White Instagram Icon

Animal House Milano

Animal House SAS di Capellani Andrea & C.

Via Adige 3 • 20135 Milano (sede legale)

349 555 9227

Via Pecchio 3 • 20135 Milano

+39 02 294 195 83

info@AnimalHouseMilano.it

P. IVA 07566030156

Capitale sociale: 1.600,00 €

Registro Imprese: Milano

R.E.A. Milano 1167292

Pec: animalhousemilano@pec.it

Gestito da Edoardo Fivizzoli

Photographer: Fivizzoli Edoardo

webdesign by Claus Miller